A cosa serve il cloud storage: Amazon, Dropbox, Syncplicity, SugarSync e Memopal

Ormai, soprattutto tra gli addetti ai lavori, non passa giorno che non si senta parlare di cloud computing e .

Per chi non sapesse di cosa sto parlando:

Il Cloud Storage è un modello di conservazione dati su computer in rete dove i dati stessi sono memorizzati su molteplici server virtuali generalmente ospitati presso strutture di terze parti piuttosto che su server dedicati.
Fonte Wikipedia

In parole povere è l’ insieme di “tecnologie” che consentono agli utenti di “conservare” una copia dei propri dati su un server remoto anzichè in locale.

La privacy dei nostri dati dovrebbe essere garantita, i dati sono protetti e conservati in area riservata a cui può accedere solo il proprietrio dei dati stessi.

Come è facile immaginare questo tipo di tecnologia ci consente di avere una copia dei nostri file su qualsiasi postazione a condizione di avere accesso ad internet. Alcuni servizi più evoluti consentono poi di installare su Iphone e Android delle app che danno accesso ai dati anche in mobilità.

Ad  oggi sul mercato ci sono numerosi operatori che offrono questo tipo di servizio;questi i più conosciuti (attenzione questo elenco non vuole essere assolutamente esaustivo ma considera solo i servizi più diffusi):

Dropbox – (si parte con 2GB Free ma si può aumentare lo spazio a disposizione invitando altre persone)

Syncplicity – (2GB Free)

Memopal – (3GB Free)

SugarSync – (5GB Free)

Amazon – (5GB Free)

Icloud – Arriverà in autunno

Ho indicato quanto spazio viene dato a disposizione a titolo gratuito, spazio che ad per le esigenze private di solito basta; ovviamente è possibile fare degli upgrade di spazio a pagamento ma per questo vi rimando ai siti ufficiali.

Difficile dire a priori quale sia il servizio migliore anche perchè, come per tutto, non esiste una regola generale. Io utilizzo Dropbox con il quale mi trovo molto bene sopratutto per la possibilità che dà di interfacciarci con molti dispositivi mobili e per le sue enormi potenzialità.

Chi volesse iscriversi (e volesse regalarmi 250MB di spazio aggiuntivo lo può fare qui:

http://db.tt/NFjtvtk


2 pensieri su “A cosa serve il cloud storage: Amazon, Dropbox, Syncplicity, SugarSync e Memopal

  1. Complimenti per l’articolo molto interessante e chiaro. Io mi sono trovato molto bene con Memopal, che funziona come gli altri servizi (Dropbox, Sugarsync) ma essendo un servizio italiano è regolamentato con leggi italiane. Non costa niente provarlo!
    Da questo link avrete 3,5GB disponibili per fare backup:

    http://apps.memopal.com/r/?7e76617e7a7c7c

    Vi consiglio molto di provarlo 😉

Lascia un commento