Un giro in bici in una Romagna che non ti aspetti

Stamattina, approfittando della (meritata) settimana di ferie ho deciso di evitare la mattinata al mare…anche perché sono ustionato e mi sono autoconvinto di fare un po di sterrato in bici.

Dopo aver fatto un giretto veloce in città mi sono avvicinato alla foce del Marecchia. Il percorso parte a pochi passi dal ponte di legno sul fiume. Si inizia percorrendo l’argine sinistro (guardando verso i colli); non si tratta di un tracciato molto complesso e quindi può essere fatto anche da ciclisti non esperti e non necessariamente con mountain bike.

Lo sterrato è molto battuto e si va avanti senza troppa fatica, a parte qualche salita. Dopo aver oltrepassato lo stadio di baseball si passa sotto il ponte della statale e ci si avvicina all’ autostrada; una leggera deviazione per dei lavori in corso e si passa il cavalcavia dell’ A14. E’ proprio qui che il paesaggio cambia radicalmente e diventa molto più interessante. La vegetazione diventa molto più fitta, ci si avvicina alle acque del fiume e si possono osservare alcune specie di fauna “fluviale”, sopratutto aironi.

All’ altezza del confine tra i comuni di Rimini e Santarcangelo ci si può fermare ai bordi dei laghi artificiali che si sono formati grazie a delle cave artificiali in cui il fiume è stato fatto esondare.  Fermarsi qui ė d’ obbligo. Sembra un oasi di pace a pochi chilometri da Rimini, dal caos, dalle spiagge.

Dopo una breve sosta il percorso ciclabile continua fino a Villa Verucchio! È possibile comunque fermarsi o deviare dal percorso se si ha un po di iniziativa…alla ricerca di scorci molto belli. Oltrepassata la cittadina, la pista si spinge fino a Novafeltria. Io ho deciso di fermarmi perché 30 km (andata e ritorno) per la prima “uscita” possono bastare…per la seconda parte c’è sempre tempo.

Di sicuro non sara’ come pedalare  lungo le rive del Po ma una passeggiata alla scoperta di una Romagna alternativa a pochi passi dalle mitiche spiagge di Rimini è un esperienza sicuramente da fare..ed alla portata di tutti

Qui è possibile trovare qualche dettaglio in più e scaricare i tracciati per i propri GPS

Lascia un commento