Se lo spazio non basta mai: Seagate BlackArmor® NAS 110

Arriva primo o poi il momento in cui lo spazio sul proprio pc non basta più, magari perchè nelle ultime vacanze ti sei fatto prendere la mano ed hai inziato a scattare a raffica in Raw con la tua nuova reflex da 20Mpx oppure perchè ti piace conservare le copie di backup dei tuoi film preferiti.

Poichè di hard disk esterni ne ho già abbastanza ho deciso di guardarmi un pò attorno e vedere cosa altro offre il mercato ed il caso ha voluto che i miei occhi si poggiassero su questo BlackArmor® NAS 110 di Seagate.

Non mi dilungo troppo sulle caratteristiche hardware del BlackArmor® NAS 110 che sono elencate nel dettaglio sul sito di SEAGATE

Nella scelta i fattori che hanno contato di più sono stati lo spazio disco (a parità di costo) e l’espandibilità con hard disk esterni (lo spazio non basta mai). Mi sono accontentato del modello da 2 Terabyte, e per ora è stata un ottima scelta.

Il BlackArmor® NAS 110 è di semplice installazione, la configurazione iniziale è molto semplice, si può decidere se impostare un IP statico oppure lasciarlo in DHCP. Tutte le operazioni di gestione possono essere fatte utilizzando la comoda interfaccia web che permette di:
– monitorare lo stato del sitema
– gestire gli utenti (o gruppi) ed i diritti di accesso alle cartelle
– gestire le quote spazio riservate ad ogni utente
– montare le unità usb esterne
– impostare il printer server
– criptare i dati
– gestire i task automatici di backup, da USB a NAS, da NAS a NAS e da NAS a USB
– creare delle regole di backup per Time Machine
– creare un wiki server
– creare dei task per il download automatico

L’ultima funzione permette di schedulare il download automatico di file da internet ad un ora programmata, magari di notte, quando la rete è più libera e senza doversi preoccupare di lasciare un pc acceso a scaricare.

Si può decidere di installare il software di gestione che accompagna il Seagate BlackArmor® NAS 110, per gestire in automatico i backup delle proprie macchine (all’acquisto si hanno 5 licenze per 5 pc)

Detto questo, il sistema copre benissimo le mie esigenze, anzi offre molto di più. Questo non vuol dire che non abbia qualche neo: in una rete di dominio il mounting dell’unità non è automatico, bisogna rifare ogni volta l’accesso alle cartelle e poi mi manca proprio un client torrent integrato..che invece è integrato su altri NAS della concorrenza. Non resta che sperare che Seagate rilasci un nuovo firmware in futuro…

BlackArmor® NAS 110

Lascia un commento