Nuovo anno, nuovo blog

Foglio_Bianco

Da qualche giorno, complice qualche ora di tempo libero, sono riuscito a mettere online la nuova grafica del blog.

La vecchia versione mi piaceva, ci avevo lavorato un bel po per modificare ed ottimizzare un po di cose, si  avvicinava molto al modello ideale che avevo in mente quando avevo iniziato a lavorarci, ma mancava qualcosa. Il nuovo anno ha fatto nascere in me la voglia di dare maggiore importanza e centralità ai contenuti testuali piuttosto che alle immagini.

Le immagini e i miei scatti rimarranno, anzi probabilmente aumenteranno, ma verranno inseriti in una pagina dedicata, che non sarà più la home del blog.

Spero che questa nuova impostazione mi spinga a scrivere di più, cosa che nell’ultimo periodo non ho fatto con molta regolarità. Proprio per questo ho ottimizzato e semplificato il backoffice di WordPress, ho iniziato ad usare “MarsEdit” ed “Evernote” per postare e per organizzare idee ed appunti direttamente dal MacBook e dagli altri dispositivi che uso.

Visto che ormai il 60%/70% delle visite mi arrivano da smartphone e tablet ho cercato poi di migliorare l’usabilità del sito da questi dispositivi, riuscendo a raggiungere un discreto risultato.

Ho creato anche una pagina dove ho deciso di “appuntare” tutti i luoghi che ho visto, una sorta di “World Map” dove andare a segnare con dei segnaposto i posti dove sono stato. Non ci sono ancora tutti ma non mi manca tanto.. Mi servirà per capire più che altro qual’è il prossimo “obiettivo” da raggiungere e per non dimenticare dove ho lasciato le mie orme 🙂

Ora non mi resta che trovare la voglia, e soprattutto il tempo, di scrivere.

4 pensieri su “Nuovo anno, nuovo blog

  1. Questa nuova grafica mi piace un sacco. Mi piacciono i colori diversificati del menu e mi piace la semplicità nel navigare il blog!
    E i puntini nella “World Map” tolgono il fiato! 🙂
    In bocca al lupo!

  2. d’istinto mi sembra troppo spartano, ma più lo navigo e più apprezzo l’immediatezza e la semplicità. non so. voglio vederne l’evoluzione. anche perché, se l’hai fatto tu … bisogna stare attenti … c’è da capire, c’è da imparare.

Lascia un commento