Recensione del Western Digital My Cloud, mi sono fatto il Cloud in casa

Dopo aver provato il Seagate BlackArmor NAS 110 ed il Western Digital My Book Live è tornata la necessità di espandere lo spazio per i miei backup.

I 4 TB a disposizione si stanno esaurendo e più che altro ho bisogno di creare una copia in mirroring dei miei dati, non si sa mai.

Dopo un po di ricerche mi sono imbattuto nel NAS My Cloud, il nuovo nato in casa Western Digital. Esteticamente il My Cloud si presenta molto diverso dagli altri dischi di rete di casa WD, in particolare il colore, bianco, ed il piccolo led azzurro con la fascia grigia gli conferiscono un aspetto molto elegante.

mycloud_04
Passiamo alle principali caratteristiche tecniche:
Capacità 2 TB, 3 TB, 4 TB
Processore Processore Dual-Core
Interfaccia Gigabit Ethernet
Porta di espansione USB 3.0 per storage aggiuntivo 1
Compatibile con Mac e PC Si
DLNA® 1.5 & UPnP® certified per lo streaming multimediale Si
App per la gestione in mobilità/da remoto App desktop My Cloud
App mobile My Cloud
App WD Photos
Backup automatico PC: WD SmartWare Pro (fino a 3 utenti)
Mac:Compatibile con Apple Time Machine
Condivisione file sicura con numero di utenti illimitato Si

La confezione include

  • Archivio dati in remoto personale
  • Cavo Ethernet
  • Adattatore AC
  • Guida di installazione rapida
L’utilizzo e la configurazione del My Cloud, al pari degli altri apparati che ho provato (siaa Segate che WD), è molto semplice.
  1. Colleghiamo il NAS al nostro router o access point con il cavo ethernet fornito nella scatola
  2. Colleghiamo l’alimentazione elettrica ed accendiamo il My Cloud
  3. Il NAS, di default, è impostato con il DHCP. Dopo qualche secondo dall’avvio prenderà il proprio indirizzo IP.
  4. Avviamo il browser e colleghiamoci all’indirizzo http://wdmycloud.local (da dispositivo Apple) oppure http://wdmycloud (da PC)
  5. A questo punto si apre l’interfaccia di amministrazione del My Cloud. Il primo passo è registrarci (se vogliamo farlo) al sito WD per poter utilizzare tutte le funzionalità di My Cloud e per ricevere gli aggiornamenti; la procedura è molto veloce e vi consiglio di farla subito.
  6. Dal pannello di controllo possiamo gestire e monitorare ogni aspetto del nostro My Cloud.
Home
Ci da una visione d’insieme dello stato del nostro NAS. In particolare ci consente di monitorare la capacità residua, come viene occupato lo spazio (in base alla tipologia di file), la versione del software installato, l’esito dell’analisi diagnostica, ed altre informazioni rapide.
Schermata 2014-02-14 alle 19.03.14
Utenti
Ci consente di definire gli utenti che hanno accesso al NAS e quali diritti hanno (in maniera capillare, condivisione per condivisione).
Schermata 2014-02-14 alle 19.03.36
Condivisioni
In questa sezione possiamo creare le “cartelle” (anche se il termine non è proprio corretto) in cui suddividere i contenuti del NAS. Per ogni condivisione possiamo andare a definire:
– se la cartella è “pubblica”, ossia se chiunque nella propria rete, ci può accedere senza utilizzare un account.
– qualora la cartella non fosse pubblica possiamo decidere quale utente ci deve avere accesso e con quali diritti (solo lettura oppure accesso completo)
– se la cartella contiene contenuto multimediale (se selezioniamo si, il contenuto della cartella verrà scansionato dal server DLNA del My Cloud ed i contenuti potranno essere visualizzati in streaming da qualunque dispositivo che abbia installato un client DLNA: PC, iMac, MacBook, Smart TV, iPhone e qualsiasi altro smartphone o tablet che supporti questa tecnologia).
Accesso Cloud
Ci permette di definire gli utenti che hanno accesso da remoto (fuori dalla propria rete domestica) al My Cloud, attraverso le app che WD ci mette a disposizione.
Safepoint
Consente di creare dei punti di ripristino o delle copie totali dei dati contenuti nel NAS, anche di tipo incrementale. Il backup può essere salvato su un disco usb collegato al NAS o su qualsiasi altro dispositivo di rete compatibile (anche un semplice pc per intenderci). Il backup può essere schedulato a qualsiasi ora, magari nelle ore notturne in cui la rete è meno carica.
Impostazioni
Consente di settare alcune impostazioni generali del My Cloud: attivare l’accesso FTP o l’accesso SSH, impostare il DHCP o l’ip fisso, disattivare l’NTP, gestire il server DLNA ed il server iTunes per lo streaming audio/video, riavviare o spegnere via software il NAS, impostare i log via mail ed altre utili funzioni.
Una volta collegato alla propria rete locale, il My Cloud è accessibile senza nessun problema dal Finder (se l’accesso avviene da un Mac) o da esplora risorse (se l’accesso avviene da windows).
L’accesso è velocissimo grazie alla porta Gigabit (se abbiamo un access point che supporta questa tecnlogia) ed il processore dual-core.
Ho stressato il NAS caricando 1TB di materiale video/fotografico, in parte da Mac a My Cloud ed in parte collegando un disco USB 3.0 alla porta posteriore del NAS. In entrambi i casi il disco non ha fatto una piega.
Ho avuto solo qualche problema nella gestione delle foto. Ho scoperto che il My Cloud genera le thumbnails delle foto salvate per renderne più veloce la consultazione e lo streaming. Se in questo processo incontra una foto/immagine corrotta il disco si blocca e l’unica soluzione è forzarne lo spegnimento.
Per bypassare questo problema ho deciso di non far scansionare la cartella con le immagini (solo questa), disattivando, dalle impostazioni della condivisione, il contenuto multimediale ed in questo modo la problematica si è risolta.
Lo streaming audio/video funziona senza problemi. Ho il Western Digital My Cloud da ormai un mese e guardo senza problemi film in “mkv” in FullHD da 8Gb sia sulla SmartTv che sul WD Play TV e non ho mai notato ne blocchi ne rallentamenti.
Non ho ancora parlato però del vero punto di forza di questo NAS: la possibilità di gestire i propri dati da remoto come se si trattasse di un vero e proprio personal cloud. Attraverso le app dedicate per smartphone e tablet (Android e iOS) e per Windows e Mac è possibile gestire i propri file da ovunque nel mondo come se si fosse a casa propria: un aiuto enorme per chi lavora in mobilità.
screen568x568 screen568x568 (2) screen568x568 (1)
Le applicazioni della WD consentono di accedere anche ad i propri account cloud classici: Dropbox, Skydrive e Google Drive per poter spostare (o sincronizzare) i dati tra i diversi servizi.
Mycloud
Per chi volesse chiedere ancora di più al My Cloud, ecco la guida unofficial per l’installazione del client torrent Transmission.

Attenzione: questa procedura, per quanto semplice, potrebbe causare problemi al vostro My Cloud. L’ho testata personalmente e non ho avuto nessun problema ma non mi assumo nessuna responsabilità. Installare questo client invalida la garanzia del vostro NAS.

Dopo averci “giocato” per circa un mese posso dire che il WD My Cloud soddisfa alla grande le aspettative che avevo. Il rapporto qualità/prezzo è buono e le prestazioni sono di tutto rispetto.

L’utilizzo è molto semplice, anche per un utente non particolarmente esperto.

Punti di forza:
– velocità di elaborazione
– accesso da remoto
– espandibilità attraverso la porta USB

Per chi volesse acquistarlo, in questi giorni (aggiornamento al 14 febbraio) il My Cloud è in vendita promozionale su Amazon:

2TB 148,45€ anziché 189,90€

3TB 158,39€ anziché 229€

4TB 240,70€ anziché 269,90€

 

72 pensieri su “Recensione del Western Digital My Cloud, mi sono fatto il Cloud in casa

  1. Ho acquistato anche io un WD my cloud 4 TB che m sta dando grande soddisfazioni salvo la visione dei file MKV
    Riesco a vedere perfettamente tali file sul televisore DLNA ma non sul mio iPad. Quando dall’indice dei file MKV ne seleziono uno per la visione mi compare un immagine con tanti punti interrogativi senza l’indicazione dell’errore, eventuale, che impedisce la visione richiesta. Da rilevare che fotografie e file musicali vengono riprodotti senza alcun problema e che nell’ iPad ho installato VLC.

  2. Purtroppo non posso dire la stessa cosa.
    E’ di una lentezza impressionante.
    Sto provando a fare un ripristino completo informazioni di fabbrica, ma sta lavorando da 12 ore ed è solo a metà del lavoro.
    Premetto che ho una rete domestica Apple con Timecapsule dove il mac è collegato wifi ed il My cloud wd da 4 Tb è connesso via rete.

  3. Ciao/buongiorno
    ho appena acquistato questa “macchina” che spero assolva a ciò che desidero/riamo.
    Se posso ti farei qualche domanda, magari tu che la conosci meglio mi puoi aiutare a configurarla nei migliori dei modi.
    Ti ringrazio anticipatamente

      1. Ti ringrazio della tua “disponibilità”
        Questo we ho smanettato un pò sulla macchina, ma mi pare non assolva a ciò che vorrei, ti spiego.
        In casa abbiamo 3 computer, che ognuno dei proprietari usa per uso uso e consumo, quello che si voleva era avere un cluod che però, oltre ad avere uno “spazio comune” avesse anche “spazi privati” raggiungibili solop dai singoli, di fatto ho visto che nello spazio pubblico confluiscono tutte le foto/video dei vari smartphone e tablet di ognuno di noi (mentre invece vorremmo che andassero negli “spazi privati”, ho provato a creare dei “gruppi privati” ma non riesco a “vederli” in remotoe tra le altre non riesco a trovare “comandi” ove dire al sistema di memorizzare in quegli spazi “privati” ad esempio le foto .
        Spero di essere stato chiaro su cosa vorremmo.
        Forse mi stò convincendo che sarebbe meglio anzichè avere un unico “mycluod” averne 3 ognuno il suo.
        Grazie e buona giornata

        1. Ciao Ruggero, puoi creare senza problemi degli “spazi privati” per i diversi utenti. Se entri nel pannello di gestione del “WDMyCloud” hai una voce che si chiama “Condivisioni”. Le condivisioni sono spazi sul NAS dove puoi andare a salvare i tuoi dati.

          Di default ci dovrebbe essere una condivisione che si chiama “Public” dove vanno a finire di default i dati salvati.

          Nel tuo caso, per i 3 utenti devi procedere cosi:

          1) vai nel pannello “Utenti” e crei 3 utenti diversi con password diverse
          2) vai nel pannello “Condivisioni” e crei 3 condivisioni. Ad ogni condivisione associ un determinato utente e gli dai i diritti di lettura e scrittura.

          A questo punto sul NAS hai finito il lavoro.

          Ogni utente dal proprio pc (da esplora risorse se è WINDOWS o da Finder se MAC) può accedere alla propria cartella (dopo essersi loggato con username e password). L’utente vedrà la propria cartella privata e al cartella “Public” e potrà decidere dove salvare i dati. Io lo uso cosi senza nessun problema.

          Spero di essere riuscito a spiegare in modo chiaro il tutto. E’ un lavoro che sembra lungo ma si fa in 5 minuti…

          1. Ciao Pietro, leggo con attenzione le tue “dritte”, ora sono a casa, ho messo in atto quanto tu mi dici, nel senso che ho creato gli utenti con password e dal pannello condivisioni ho creato 3 condivisioni associando ad ognuna un utente con password, negando agli utenti non “intestatari” il diritto di accedere a quella condivisione e fin qui tutto ok.
            Ho verificato dal mio pc ed accedendo alla mia mi ha richiesto nome e pass quindi ok, ma però quello che mi chiedo è che se accedo in remoto con smartphone o tablet è che NON VEDO la condivisione, nel senso che mi mostra solo le “solite” cartelle (public -Smartware-TimeMachineBackup) ma non riesco a visualizzare la mia (ma neppure le altre).
            Ti ringrazio della tua cortesia e disponibilità ma come al solito, le istruzioni le capisci solo dopo avere appreso in altro modo a come usare la macchina…..

          2. Ciao Ruggero, per poter consentire l’accesso anche da remoto (fuori dalla tua rete locale) devi abilitare per ogni utente un “Accesso Cloud”.

            Lo fai sempre dal pannello di amministrazione del WDMYCLOUD, alla voce Accesso Cloud. Li abiliti per ogni utente l’accesso alle cartelle da remoto, definendo i diritti di lettura/scrittura. Per ogni utente devi indicare la mail che userà per loggarsi.

            Spero di esserti stato utile…

          3. Fatto, a dire il vero lo avevo già fatto ma solo questa sera sono riuscito a “vedere” la mia cartella privata (le altre due le ho create ma non ho ancora fatto configurare i terminali), ho notato che i tempi di reazione del cloud sono un pò lenti nel senso che non vedi subito i risultati .
            Ora se posso ancora disturbarti ti chiedo ancora una cosa, come fai a “dire” sia al cloud che ai vari terminale (pc, tablet, smartphone) che quello che vuoi salvare deve andare NON nella cartella pubblica ma bensì nella privata?
            Grazie

          4. Scusa il ritardo Ruggero. La lentezza può dipendere da vari motivi: potrebbe essere colpa del routing dei dati sulla tua rete LAN, potrebbe dipendere dallo switch a cui è collegato il WDMYCLOUD (se Gigabit o meno..), dalla velocità della tua ADSL (per accesi da remoto).

            Per quanto riguarda la seconda richiesta, usando l’app ufficiale da smartphone o tablet non ti fa scegliere in quale cartella/condivisione salvare i tuoi dati? Io ho l’elenco delle condivisioni a cui ho diritto di accesso e posso scegliere dove salvare i miei dati…

    1. Ciao, quando dici collegato via rete intendi via cavo??? a me il My book live trasferisce a 11 mega su cavo cat5 con switch gigabit prima a 30 ma credo sia un problema di firmware… Ecco la domanda ma il tuo e’ collegato via rete con cavo diretto nel modem router? in questo casa se devi trasferire da hd a pc via rete con cavo di rete meglio metterci uno switch gigabit se no vai lentissimo…. Per il wiifii non contarci troppo sono lenti di perse’ a causa del wiifi.. se hai novita’ facci sapere ciao

  4. Buongiorno,
    innanzitutto grazie per l’utilissima recensione.
    Sono fortemente propenso all’acquisto di tale dispositivo ma ho ancora un dubbio su un requisito per me importante, ovvero il backup del NAS su cloud. In merito ho tre domande che se posso le formulerei:
    1 – Credo di aver capito che è possibile impostare il dispositivo My Cloud come sorgente di backup su Drop Box (desidero salvare i dati del disco anche su un cloud pubblico). Mi conferma che è possibile? Le uniche indicazioni che ho trovato sono in un articolo WD della sezione knowledge base riferita però a My passport (tuttavia mi pare che il tool di gestione sia molto simile).
    2 – Tale attività può essere automatizzata con cadenza temporale?
    3 – Il backup viene effettuato anche quando al dispositivo My Cloud non è collegato alcun PC o altro dispositivo? Ovvero la comunicazione se impostata periodicamente è diretta dal NAS al sito Dropbox? Tale aspetto per me è importante perchè la mole di dati da trsferire è elevata ed ho problemi di lentezza in upload che non riesco a risolvere. Ciò mi permetterebbe di non dover lasciare collegato per lungo tempo il portatile.
    Ti ringrazio della disponibilità.
    Daniele

    1. Ciao Daniele, scusa il ritardo con cui rispondo. Rispondo alle tue domande, spero di essere smentito ma il MyCloud non mi pare che consenta il backup verso una fonte esterna come dropbox (o qualsiasi altro cloud).

      Il NAS consente di schedulare dei backup automatici (li chiama Safepoint) ma possono essere fatti da NAS ad un dispositivo collegato alla porta USB o da NAS a dispositivo di rete locale (un pc, un altro nas ecc…)

      Spero di avere (in parte) chiarito i tuoi dubbi…

      PS: l’unica traccia di collegamento tra My Cloud e Dropbox l’ho ritrovata nell’app per smartphone e tablet che consente di spostare “a mano” file da NAS a Dropbox o viceversa…

      1. Grazie mille della risposta. Credo che tu abbia risposto a tutto.

        Se posso ti faccio solo una domanda inerente il tuo ps: per me sarebbe già più che sufficiente poter avviare manualmente la copia attraverso l’app dello smartphone. l’unica domanda è se poi la copia una volta avviata è diretta dal mycloud al cloud o se i dati transitano attraverso lo smartphone. Ovvero se io posso avviare la copia e andarmene via con il mio telefono.

        Grazie mille.
        Daniele

        1. Onestamente ho spostato solo file di pochi mega e non mi sembra che il file passi attraverso il telefono. Il collegamento mi pare diretto: NAS < --> Dropbox

  5. Ancora grazie, a poco a poco scopro le “qualità” di questa macchina, per ora sono riuscito a creare uno spazio comune e 2 (prossimamente 3) spazi privati (uno per utente), sono riuscito (anche se sul mio smartphone ho ancora un problemino) a configurare che le foto vadano dello spazio privato.
    Ora il problema più “grosso” che vorrei riuscire a risolvere e a dire il vero il motivo anche dell’acquisto, è i backup dei vari pc , se vado da admin su backup si aprono 4 opzioni, la prima da usb, la 2^ remoti, 3^interni 4^cloud backup, ho pensato fosse quest’ultima opzione ed inceve mi indirizza su due cloud esterni ELEPHANTdrive o AMAZON s3.
    cortesemente mi dai ancora un aiutino, Grazie

  6. ciao Pietro, sei veramente gentile e pazienta a “darmi corda”
    Io veramente sino ad ora, non ho mai usato nessun applicativo per fare il backup; sino a prima dell’acquisto del MyCloud, periodicamente collegavo un hd esterno e su questo salvavo il backup del pc.
    Quando ho acquistato il MyCloud, speavo di riuscire ad impostare in automatico che, ad esempio, una volta alla settimana, il pc avviasse la procedura di backup riversando, sempre in automatico, lo stesso sul My Cloud.
    Forse speravo troppo?
    Forse come mi chiedi tu è necessario un applicativo ?
    Come farò a ringraziarti?

    1. Prima mi hai scritto: “…se vado da admin su backup si aprono 4 opzioni, la prima da usb, la 2^ remoti, 3^interni 4^cloud backup, ho pensato fosse quest’ultima opzione ed inceve mi indirizza su due cloud esterni ELEPHANTdrive o AMAZON s3….” ma non capisco dove vedi queste impostazioni.

      Io dal lato admin del WDMYCLOUD non ho queste impostazioni. Posso creare solo dei SafePoint per il NAS su un altro dispositivo.

      Per automatizzare il backup dal tuo pc/mac su NAs devi usare un qualche programma che faccia tutto in automatico. Io da Mac uso Time Machine, che gestisce tutto in maniera semplice…

    2. Scusa se rispondo solo adesso. Per poter gestire in maniera corretta il backup è necessario usare un applicativo. Ce ne sono di diversi tipi, gratuiti o a pagamento.

      Come ti dicevo io su Mac Osx uso Time Machine ed è veramente ottimo.

      Quello che vuoi fare tu si fa con il WD MyCloud ma devi farlo utilizzando appunto un software…

      Con l’acquisto del My Cloud, se non sbaglio, ci dovrebbe essere la licenza di utilizzo di WD Smartware, un ottimo tool per il backup: http://www.wdc.com/it/products/products.aspx?id=940

  7. Ciao Pietro, sono capitato per caso su questo tuo articolo perché sono interessato all’acquisto di questo dispositivo.
    Sei stato molto dettagliato ed utile nella descrizione, ma vorrei accertarmi di una cosa: io dovrei collegare il NAS ad una piccola rete di uno studio in cui lavorano workstation sia Mac che PC, mi confermi che entrambe le macchine possono accedere allo stesso senza problemi di compatibilità o altro?
    Grazie mille in anticipo!
    A presto!
    F

    1. Ciao Federico, ti confermo che anche io utilizzo la stessa “soluzione” ibrida. Il NAS funge da server a cui accedo (anche da remoto) sia da PC che da MAC.

      L’accesso è discretamente veloce (dipende se accedi con wifi o rete cablata) e non ha problemi di nessun genere…

  8. Buongiorno Pietro,
    ho acquistato a Maggio di quest’anno il Mycloud da 2Tb ma con mio grande dispiacere ho notato che in lettura e scrittura il dispositivo è di una lentezza disarmante tanto da renderlo praticamente INUTILIZZABILE. Ha impiegato più di 10 ore per fare un safepoint su un’unità esterna collegata alla porta usb posteriore e sinceramente credo che non lo abbia nemmeno terminato. Sono stato costretto ad eseguire un banale copia/incolla dei file interessati al backup dal disco all’unità esterna ma la velocità della copia sono si schioda da 4.5Mb/s. Facendo due conti credo che ci vorranno un sacco di ore per copiare 230Gb. Oltretutto durante il backup risulta impossibile accedere al pannello di controllo del Mycloud. Ho eseguito anche l’aggiornamento del firmware ma non è cambiato nulla.

    Aspetto un tuo riscontro.

    Grazie
    Damiano.

    1. Ciao Damiano, onestamente non mi è mai sembrato cosi lento da diventare inutilizzabile. Anche io utilizzo la porta usb per fare i backup del Mycloud. Il primo backup è stato abbastanza lento (10 ore) ma dovevo trasferire 700GB di dati…gli aggiornamenti successivi al primo sono stati più veloci perchè sono incrementali…

      Non dovrebbe essere quello il problema…ma hai provato ad usare un HD USB3 per il backup?

      Pietro

      1. Ciao,
        ho usato un Hd con usb2. Ma comunque credo che non sia accettabile 4.5Mb/s dato che la portata massima di un usb2 è di 480Mb/s. Oltretutto ero impossibilitato ad effettuare un log per poterlo inviare al supporto perché il dispositivo era praticamente “piantato”.
        Inoltre mi aveva anche bloccato la possibilità di allegare un file nelle mail di Libero. Sono arrivato a questa conclusione andando per esclusione, infatti dopo il riavvio del Mycloud è funzionato tutto.
        Ho seguito anche il suggerimento del manuale del dispositivo cioè che per una copia di una quantità di dati superiore a 50Gb è preferibile non usare la porta usb del dispositivo ma copiare il tutto attraverso un Pc. Fatto questo ma la velocità di scrittura è solo di 6/7 Mb/s anche se migliorativa rispetto a prima.

        Grazie.
        Damiano

  9. Ciao Pietro,
    scusa la mia domanda, ma ho visto che sei un vero esperto.
    Sai se esite la possibilità di accedere ai dati in remoto senza utilizzare il client WD. In altre parole, se si utilizza un pc remoto che non ha installato il software WD MyCloud, c’è un sistema per accedere ai dati?

    Grazie

  10. Ciao Pietro

    io ho la vecchia versione del dispositivo , My book Live , che sostanzialmente è lo stesso dispositivo fatta eccezione della porta USB3, non ricordo come ho fatto ma ho sincronizzato automaticamente l’account di google per cui tutte le foto presenti nel mio S4 ( camera, whatsapp etc) vanno a finire, sul bachkup di google drive e in una cartella ( nome account google) sotto Public.
    Vorrei fare lo stesso con l’iphone 6 di mia moglie ma non riesco a ricordare l’iter che ho effettuato.
    Potresti aiutarmi?

    1. Ciao Marco, la sincro delle foto da smartphone a Google dovresti farla senza problemi (è una funziona nativa di GDrive). Per quanto riguarda invece lo step successivo penso che tu avessi sincronizzato la cartella “nome account google” sul nas con GDRIVE.

      In questo modo quando scatti una foto, una copia viene salvata anche su Google Drive che a sua volta sincronizza una cartella in locale (nel tuo caso sul MyCloud)

  11. Ciao Pietro,
    Approfitto della tua pazienza per sottoporti questo problema che ho riscontrato.
    Provando a trasferire file da Mac superiori a 1giga (films per intenderci) il trasferimento si blocca a 999 mega e poi ricomincia da capo..e questo all’infinito!! ASSURDO!! Ma da cosa può dipendere??
    Spero in un tuo aiuto
    Grazie
    Michele

    1. Buongiorno Michele, è una cosa abbastanza strana. Io trasferisco anche archivio di 20/30 GB per volta e non ho nessun problema. Forse è un problema di rete? Hai provato con wifi e anche con cavo?

  12. Ciao, grazie per le utili informazioni.
    Avrei alcune domande da farti, se puoi aiutarmi:

    1) E’ possibile collegare il MYcloud direttamente al computer usando la porta usb? HO un macbook pro e non dispone di porta di rete.. come faccio a trasferire i dati velocemente?
    2) come si gestisce il trasferimento dati dall’hard disk esterno direttamente collegato al mycloud?

    grazie!

    1. Ciao Max, vediamo se posso esserti utile

      1)Non è possibile collegare il Mycloud come se fosse un disco USB direttamente al pc. Nel tuo caso puoi gestire il NAS attraverso il wifi. Colleghi il disco con il cavo ethernet al tuo router e lo gestisci attraverso il wifi dal tuo Mac. La velocità non sarà ai livelli di un trasferimento con cavo ma (nel mio caso) è più che accettabile.

      2) Dopo aver collegato l’HD alla porta del MYCLOUD lo vedi in esplora risorse (o nel Finder del mac) come se fosse una “cartella” del NAS.

  13. ciao a tutti, ciao Pietro e grazie per questa utilissima guida. Provo a sottoporvi la mia situazione sperando possiate aiutarmi…
    La mia rete: smart tv e WDMyCloud collegati al router Fastweb con cavo di rete, pc e smartphone in wi-fi
    1. configurazione utenze. Vorrei creare 2 livelli di accesso da uno stesso pc. Un livello di accesso da amministratore (senza limite) e un livello di accesso “pubblico” con accesso limitato ad alcune cartelle. Seguendo le vs indicazioni, ho creato 2 utenti e delle cartelle condivise. Come faccio però a disconnettermi dall’accesso con i privilegi di amministratore senza riavviare il pc? Ho la sensazione di non riuscire a controllare i 2 livelli dallo stesso pc
    2. velocità di comunicazione con MyCloud. Il NAS è estremamente veloce con collegamento DIRETTO al pc via cavo rete. Se mi collego attraverso il router, sia con cavo che senza, la velocità è pressappoco nulla. Credo il problema sia il router fastweb (telsey cpvl7fwb). Inutile provare a parlarne al supporto tecnico fastweb. Sto cercando un router veloce abbastanza per trasferire files di grosse dimensioni sul nas con tempi di trasferimento accettabili. Qualcuno sa darmi un consiglio per un budget <=70€?Non cerco il top dei router ma il minimo per far lavorare il NAS in wifi…
    grazie mille in anticipo

    1. Ciao Domenico,

      1) Non puoi avere accesso con 2 utenti differenti dallo stesso PC allo stesso momento. Una soluzione (ma non ho provato se funziona) potrebbe essere creare 2 utenti di accesso al pc, uno con diritti di amministratore ed un user senza tali diritti. Questo implica però il doversi loggare/sloggare ogni volta da win.

      2) Il collegamento via LAN con il MYCLOUD non è una scheggia ma è comunque utilizzabile. Nel tuo caso probabilmente la lentezza è causata dal router fastweb. La soluzione migliore (quella che uso in questo momento) è quella di collegare uno switch gigabit al router (ne trovi di ottimi a 20/30 euro) e sullo switch collegare tutti i dispositivi cablati (MYCLOUD, PC, MAC) ecc.

      Vedrai che cosi dovresti riuscire a lavorare discretamente bene.

      Fammi sapere

      1. Ciao Pietro,
        oltre a creare 2 utenze su pc, avresti altri suggerimenti per mettere sotto password un’area del NAS o almeno a controllare chi ha effettuato l’accesso?
        Quanto allo switch avrei necessità di accesso wi-fi. Avrei pensato ad router: asus rt ac52u combo pack. Ha 128Mb di ram e prezzo accessibile? Pensi possa funzionare?
        Grazie mille
        buona serata

        1. Ciao Domenico, per il primo punto non mi viene in mente nulla. Non puoi creare un area “pubblica” senza password per i documenti comuni di tutti gli utenti e dun area privata per i file dell’amministratore?

          Per quanto riguarda il router, il modello che suggerisci tu è sicuramente ottimo. Non so se però risolverai il problema della velocità di connessione. Guarda questo video: https://www.youtube.com/watch?v=FcJLbFdHvJE

          La soluzione ottimale è cmq quella di collegare il MYCLOUD ad uno switch (e non direttamente al router) per gestire al meglio il routing dei dati

  14. ciao Pietro,
    forse ci siamo… se è così si trattava di un errore banale nell’accesso. Allora provo a spiegare magari qualcuno ne ha bisogno. Accedendo da start>computer, ho collegato come unità di rete l’area public del WDMyCloud. Poi dalla pagina di dialogo con WDMyCloud ho creato l’unico utente che – credo- faccia da amministratore. Poi, sempre nella pagina di dialogo con WDMyCloud, nella sezione condivisioni ho creato una sola condivisione con accesso con password.
    questa cartella di rete è ora visibile nel percorso start>computer>rete>archiviazione ma non nelle risorse del computer. Provando ad accedere appare la maschera di “accesso alle risorse di rete”. Ecco, a questo punto basta inserire la password relativa all’utenza creata su NAS. L’errore che commettevo era quello di modificare il dominio in WDMyCloud\utente… non serve: basta inserire la password. Unico problema è che finchè il pc non viene riavviato non avviene la disconnessione alla cartella. Pazienza…
    Quanto al router ho scoperto che il router ac52u combo pack ha tante belle caratteristiche (adattatore ac incluso) ma ha le porte fastethernet (10/100) e non 10/100/1000 (ovvero gigabit) come tutti i miei dispositivi. Quindi il Wi-fi con l’adattore ac incluso nella confezione sarebbe veloce ma la rete cablata vedrebbe il router come collo di bottiglia. Se sia un limite significativo non lo so… chiedo a te. Nel frattempo non ho comprato nulla: alla fine la scheda di rete del mio pc non è dual band e tutti i router più avanzati lo sono. Quindi o compro adattatore e router (10/100/1000 + wi-fi dual band) o forse ha davvero senso il solo switch cablato… :(.
    grazie per la tua estrema disponibilità e buon we

  15. Ciao Pietro, abuso della tua gentilezza e competenza. quando vado nel pannello impostazioni e rete, mi dice nessun accesso a rete è normale? ho collegato il wd direttamente al router. grazie e scusa per i disturbo
    Antonio

  16. Ciao Pietro,

    volevo chiederti se il dispositivo si può collegare direttamente alla tv e quindi utilizzarlo come hard disk su cui memorizzare i film registrati con la tv.
    Ti ringrazio.

    Luciano

  17. ciao, scusa, io l’ho installato oggi funziona, non ho provato x ora a fare divisioni ecc io volevo vedere in streaming da tv o utilizzando ps3 o lettore blu ray i file mkv o iso come facevo con il mac o il pc utilizzando serviio o ps3 media server .. gli avi bene ma gli mkv non li legge, avevo letto che esisteva un upgrade a pagamento ? mi sai dire qualcosa tu che ne capisci?
    grazie

  18. Ciao Pietro,
    ho un grosso problema. Comprato da poco questo dispositivo, speravo che oltre alla funzione cloud si potesse connettere direttamente ad un mac via usb 3. Invece con mia spiacevole sorpresa il mac non lo riconosce come unità esterna e le trasmissioni dati via wifi sono di una lentezza disumana. Sapresti aiutarmi in tal senso? Pensi che ci sia un modo per eludere il problema così da poterlo usare come una semplice unità hd esterna via cavo?
    Grazie, attendo tue
    Nz

    1. Ciao Nuccio, purtroppo questo dispositivo non può essere collegato direttamente alla porta USB. Non è un classico disco esterno USB ma è un NAS che quindi va collegato ad una rete. Per poter migliorare le prestazioni l’unica cosa che puoi fare è collegarlo ad uno switch (magari gigabit) a cui collegherai anche il tuo pc.. Purtroppo non ci sono altre soluzioni…

  19. ciao mi puoi aiutare? come si fa ad eliminare in modo definitivo le thumbsnail che vengono create in automatico nel WD? mi da parecchio fastidio xke non riesco a modificare e cancellare cartelle nel NAS. grazie in anticipo

    1. Ciao Alessandro,

      dovresti stoppare i servizi che generano i thumbs.

      Se non sbaglio i comandi SSH sono questi:

      /bin/sh /etc/rc2.d/S86wdphotodbmergerd stop
      /bin/sh /etc/rc2.d/S85wdmcserverd stop

      In ogni caso dai un occhiata qui per una guida più precisa: http://blog.cloud-client.info/?p=1365

  20. Buongiorno Pietro,

    ho letto che sono stati diversi i contributi volti a risolvere piccolo o grandi problemi, ma non ho trovato nulla che riguardasse quello che ho incontrato configurando il NAS che ho acquistato. Nonostante il sistema presenti uno spazio libero di 1,77 TB impedisce ai client di salvare dati, restituendo un messaggio che lo spazio è esaurito. I dischi sono integri, non ci sono limitazioni sulle quote per gli utenti e il sistema non rileva errori…. ti viene in mente niente?

    Grazie per la disponibilità

    Massimiliano

    1. Ciao Massimiliano, francamente non saprei. Sembrerebbe un problema di diritti di accesso alle partizioni del disco ma di più non saprei dirti senza poter verificare “sul campo”…

  21. Buongiorno e grazie per l’ottima guida e tutti i suggerimenti che hai fornito. Mi è stata molto utile.
    Ho messo in funzione da pochi giorni un WD MyCloud acquistato qualche tempo fa, per ora sembra tutto a posto. Approfitto della tua disponibilità per chiederti una cosa: vorrei salvare/sincronizzare le foto presenti sull’iPhone con il WD MyCloud, in modo da averle sempre disponibili, ma non ho ancora capito come fare. Inoltre, vorrei poterle salvare in una cartella privata, non in quella Public (che viene visualizzata perfettamente sulla smartTV collegata alla stessa rete). Grazie fin da ora!

    1. Ciao Cinzia, spero di chiarire i tuoi dubbi.

      Purtroppo non c’è un modo automatico di sincronizzare le foto della propria galleria fotografica sullo smartphone con il WD Mycloud, o meglio non si può fare utilizzando l’app MyCloud…

      Per riuscire ad avere quello che chiedi devi “modificare” il WD MyCloud installando uno script, fatto questo devi poi installare l’app “Bittorrent Sync” sul tuo smartphone.

      Qui la guida passo passo: http://community.wd.com/t5/My-Cloud/How-to-Install-Bittorrent-Sync-on-the-WD-My-Cloud-Windows/td-p/655255

      Io l’ho fatto tempo fa, sembra difficile ma non lo è 😉

      1. Grazie, sei molto gentile! E ti assicuro che la tua recensione e le informazioni mi sono state utilissime per installare e usare finalmente il WD MyCloud!

  22. Ciao Pietro é la prima volta che entro nel tuo blog é ho trovato un sacco di informazioni che sono utili grazie allo scambio con persone e le loro esperienze. Dopo l’acquisto di WD My Cloud (che trovo geniale!) dovrei trasferire il Backup esistente di Time Machine su My Cloud ma ce un problemino per il quale non ho trovato soluzioni : Trasferire ca. 660 Gbit su My Cloud.
    Spostare il disco di ricezione di Time Machine sposta probabilmente il backup a PARTIRE DA OGGI MA…i vecchi file restano nel HD che ho utilizzato fino ad oggi !!! Così mi perderei tutto!
    C’e qualcuno che ha già fatto questa esperienza o sono completamente rimbambito?
    Grazie Francesco

    1. Ciao Francesco, non so se ho capito la tua domanda. Io farei cosi, seguirei innanzitutto questa guida per il trasferimento dei dati dal vecchio HD al Mycloud: https://support.apple.com/it-it/HT202380

      Unica cosa eviterei di collegare il vecchio HD al Mac ma lo collegherei alla porta USB presente sul retro del NAS, per accellerare il trasferimento dei dati. Fatto questo ti basterà selezionare il nuovo disco come disco di destinazione del backup..

      Spero di aver capito bene quello che chiedevi..

  23. buongiorno, scusa il disturbo, ma mi sono imbattuto in questo blog perchè cercavo risposte ad un problema che ho con il My Cloud 2 TB appena acquistato; forse mi puoi aiutare.
    Ho una rete wireless con router digicom RAW300C. Se collego My Cloud direttamente ad un PC su porta ethernet, funziona e mi permette di salvare tutti i dati; se invece lo collego al router, non smette di lampeggiare (> 24 h!!!) e, ovviamnete, non viene visto dal sistema. Ho provato a riavviarlo più volte, ma nulla cambia.
    Cosa si può fare?

      1. Ciao Paolo, nelle impostazioni di rete del NAS è impostato il DHCP? Il router rilascia l’ip in automatico?

  24. Ciao Pietro. Posso chiederti anche io qualcosa sul My Cloud WD? Probabilmente lo userò solo per il mio PC senza collegarlo direttamente al router di casa. Penso sia fattibile. Mi conviene usare il cavo USB o il cavo Ethernet? E se volessi usarlo sia per backup automatico che per disco di memoria per alleggerire il pc, devo fare una qualche partizione? Se dovessi cambiare idea potrei senza perdere i dati collegarlo al router in un secondo momento?
    Ti ringrazio per il tempo che mi vorrai dedicare.
    Cordialmente
    Angela

    1. Ciao Angela, il WD MyCloud è un disco di rete (NAS) e quindi può essere usato all’interno di una rete locale. Non può essere collegato via usb al pc o mac. Il disco viene collegato alla tua rete e può essere utilizzato da qualsiasi dispositivo collegato alla rete stessa (ed anche da remoto) come se fosse un piccolo server.

      Non è necessario partizionare il disco ma ti consiglio comunque di farlo per avere una divisione logica tra le diverse sezioni del disco.

        1. Certo. Con il cavo di rete si che puoi ed il trasferimento dati è ottimo.
          Io dopo averlo comprato l’avevo trovato lentissimo nel caricamento dei file multimediali e lo avevo letteralmente abbandonato.
          Poi un giorno ci ho riprovato e, quasi per caso ho provato a collegare la porta ethernet del portatile con la porta ethernet del Nas.
          Perfetto. Ho trasferito centinaia di Gb in pochissimi minuti.
          Ora finalmente sono soddisfatto! 😉

          1. Sei stato molto cortese. Approfittando del tempo libero di questi giorni installerò il NAS. Ti auguro un sereno 2016 assolutamente sulla misura dei tuoi desideri 🙂

  25. Buongiorno Pietro e complimenti per l’ottima recensione e gli ottimi suggerimenti.
    Dopo diverse indagini ho deciso anche io di acquistare un WD My Cloud 2 Tb, che mi arriverà nei prossimi giorni.
    Il problema principale che mi sono posto è legato al trasferimenti dei dati che attualmente ho sparsi in due o 3 dischi esterni (prevalentemente film, video, foto); dopo aver letto tutti i post e i commenti vorrei quindi chiederti qual è il sistema più veloce per trasferire i dati dai vecchi dischi (peraltro non usb3 ma al massimo usb2) sul NAS?
    1) collegare i vecchi dischi all’usb del My Cloud e spostare i file (mi pare di aver letto, forse non qui, che in realtà questa soluzione è piuttosto lenta in quanto i file fanno comunque un giro assurdo nel senso che passano dal disco al pc/mac e poi vengono allocati nel My Cloud).
    2) collegare il disco usb al pc/mac e il pc/mac al My Cloud al pc/mac tramite cavo di rete (serve un cavo di rete particolare? se non ricordo male esiste un cavo di rete “incrociato” che serve proprio per fare questi collegamenti diretti)
    3) collegare il disco usb al pc/mac e il pc/mac al uno switch gigabit a cui sarà collegato anche il My Cloud (il mio router, abbastanza recente è il TP-LINK mod. TD-W8970 Modem Router Gigabit ADSL2+ Wireless N 300Mbps USB quindi mi pare di capire che abbia già delle porte di rete gigabit, mi chiedo se ha senso comprare lo switch).
    Grazie per la pazienza e la gentile risposta che potrai fornirmi.

    1. Buonasera Gianluca, per quanto possa sembrare assurdo i dati copiati da un dispositivo USB (anche se collegato fisicamente al NAS) al NAS passano attraverso il pc/mac da cui viene lanciato il comando di “copia”.

      Per poter accelerare lo spostamento di questi dati quindi devi usare o la soluzione nr 2 o la nr 3 di quelle da te proposte.

      Per la nr 2 basta un comune cavo di rete (no cross). In questo modo sfrutti la piena velocità della porta gigabit.

      Nella soluzione 3 puoi sfruttare 2 delle 4 porte gigabit di cui è dotato il tuo router ed effettuare il passaggio usb > pc o mac > ethernet > router > ethernet > NAS

      Spero di aver chiarito parte dei tuoi dubbi

  26. Buonasera Pietro,
    Ho letto con un pò di sollievo la tua recensione visto che ne avevo lette di discordanti. Ho acquistato oggi il mio WD MyCloud per semplice backup tra i mac e i macbook pro di casa. Non so se tu abbia avuto occasione di sperimentare o sentire chi lo abbia fatto eventuali problemi derivanti dal collegamento diretto del WD ad un hag di Fastweb. Sono in attesa di tornare a casa e testarlo, sarebbe ottimo aver risparmiato qualche soldo rispetto al classico Time Capsule di Apple.

  27. Buonasera Pietro,
    dopo una settimana di utilizzo del My Cloud mi permetto di “abusare” del tuo spazio (che ritengo la miglior fonte di informazioni in italiano per il My Cloud) per fare qualche considerazione sulla reale validità e utilizzabilità del prodotto.
    Inizio col dire che posso ritenermi moderatamente soddisfatto dell’acquisto.
    Il nas è sicuramente molto facile da installare e configurare, probabilmente WD si sarebbe potuta sforzare un po di più nell’aggiornamento del manuale e nel rendere disponibili alcune mini guide dedicate ad alcune delle funzionalità del My Cloud.
    La mia prima “paura” legata ai tempi di trasferimento dei dati dai vecchi dischi esterni è stata rapidamente superata già dal primo utilizzo; premetto che ho un router che incorpora 4 porte gigabyte, ho collegato il nas a una porta del router e poi il Mac sempre via ethernet al router. La velocità di trasferimento dei file non è stata strabiliante ma assolutamente accettabile, ho potuto verificare punte di trasferimento superiori ai 25 mbps il ché mi ha consentito di trasferire in tempi assolutamente normali la mia libreria musicale e i video.
    Come hai evidenziato tu probabilmente collegando direttamente con cavo ethernet il nas al MAC la velocità poteva essere anche superiore. Vorrei inoltre segnalare che spulciando un po in giro ho trovato un video esplicativo (https://www.youtube.com/watch?v=QnipLxXawZU) che chiarisce come sia possibile effettuare la copia dei file da un hdd esterno al naso direttamente via usb, l’autore del video sostiene che sia possibile effettuare una copia diretta via usb collegandosi al nas via ssh. Non conosco il linguaggio linux e non ho approfondito la questione ma ho letto in alcuni forum in inglese che effettivamente utilizzando appositi comandi sia possibile copiare, a velocità estremamente elevate, i file direttamente dal disco usb esterno al nas.
    Una volta trasferiti i dati nel nas ho sempre utilizzato la connessione wifi del Mac per accedervi, non è sicuramente come essere connessi con l’ethernet ma l’utilizzabilità è comunque ottima.
    Ciò che invece mi ha lasciato perplesso sono stati i tempi di indicizzazione delle foto, della musica e dei video da parte del server DNLA installato sul My Cloud, per scansionare e creare la libreria dei media ci ha messo parecchie ore (almeno 6/7 ore per circa 450 giga di foto, musica e video) e in quel frangente di tempo l’accesso al nas risultava, ovviamente, un po appesantito.
    Dopo questa prima fase di utilizzo mi sono dedicato al punto forte del My Cloud, ovvero la funzionalità “cloud” vera e propria e quindi l’accesso dall’esterno.
    Ho effettuato diversi test sia collegandomi in remoto da una postazione fissa (un pc connesso a internet) sia utilizzando l’app MY CLOUD per iPhone e iPad.
    Per quanto riguarda il collegamento remoto da postazione fissa (il mio pc dell’ufficio connesso a internet) non ritengo di avere nulla da segnalare, l’accesso ai file e l’eventuale upload di nuovi file è abbastanza semplice e rapido; pur disponendo, a casa, di una normalissima adsl infostrada (con velocità massima in upload mai superiore a 1 mbps) il download dei contenuti è sempre stato velocissimo, ovviamente non come essere a casa nella stessa intranet ma comunque molto rapido.
    Le note “dolenti” purtroppo arrivano con riferimento all’app MY CLOUD per iPhone e iPad (https://itunes.apple.com/it/app/wd-my-cloud/id450655672?mt=8) sia nell’utilizzo nella stessa intranet che fuori casa. Prima di scrivere questa piccola recensione e le considerazioni che seguono ho provato, quasi inutilmente, a contattare il supporto tecnico WD ricevendo però risposte sempre molto vaghe e certamente non risolutive.
    L’app in questione ha un aspetto sicuramente moderno e piacevole ma è estremamente lacunosa in alcune funzioni.
    Iniziamo col dire che la connettività con il My Cloud è sempre stabilissimo, sia a casa che fuori casa.
    Ho acquistato il nas anche perché mi piaceva l’idea di avere sempre e dovunque a disposizione le mie foto, i miei mp3 e i miei video. Purtroppo non è esattamente così.
    L’app consente la visualizzazione del contenuto del My Cloud in base a 4 modalità (Tutti i file – Foto – Musica – Video). Sfogliando il nas con la funzione “tutti i miei file” si ha sostanzialmente accesso completo a tutte le cartelle, sottocartelle e file presenti nel My Cloud.
    Le altre tre funzionalità, invece, visualizzano rispettivamente le foto, la musica e i video in funzione dell’indicizzazione che il server DNLA ha dato ai file. Per intenderci, scordatevi la catalogazione in cartelle! Tutto risulta spesso molto confuso, soprattutto le foto, perché l’indicizzazione segue un po’ una sua logica interna a me onestamente oscura e quindi mi ritrovo tutto assieme le immagini delle copertine degli album, le mie foto accorpate spesso senza nessuna logica (ad esempio alcune foto presenti nella cartella estate2016 sono finite nella cartella MatrimonioFede). Ovviamente il tutto è dipeso dalla catalogazione che il server DNLA ha effettuato, le foto continuano a essere sempre nelle cartelle in cui le abbiamo collocate ma ne risulta difficilissima la ricerca. Per avere una gestione più semplice delle foto la cosa migliore è navigare nel nas con la funzione “tutti i file”, con l’unica pecca che le miniature/anteprime delle foto risultano più piccole rispetto a come vengono visualizzate nella sezione foto. Ritengo utile segnalare che se si volesse salvare una foto presente nel My Cloud sul rullino fotografico dell’iphone questo non è consentito! L’app infatti non presenta la funzione “salva foto” ma solo l’opzione “condividi” che consente di condividere la foto per mail, con whatsapp, Facebook ecc. ecc. ma non consente di salvarla nel telefono oppure inviarla, ad esempio, a un’app di rotorico che avete installato nell’iphone.
    Quest’ultimo aspetto risulta estremamente “limitante” soprattutto nella gestione dei video. Premesso che anche in questo caso risulta più veloce e chiaro sfogliare il proprio nas in modalità “tutti i file”, l’individuazione dei video è molto semplice perché segue esattamente la nostra catalogazione in cartelle. Il problema è la visualizzazione in streaming dei file video. L’app per iPhone, infatti, supporta la visualizzazione solo dei file in formato .mov o .mp4 …. una follia! e la follia ancora più grande è che non consente né di aprire il file in un’altra app (ad esempio VLC) tantomeno di effettuarne il download nel rullino fotografico del telefono. Quando si tenta di aprire il file video nell’app apparirà un bel punto di domanda e l’unica opzione consentita è la solita “condividi” che in questo caso non serve assolutamente a nulla.
    All’interno della propria rete di casa il problema è facilmente superabile perché app come VLC o Infuse riconoscono direttamente il My Cloud e quindi è possibile vedere in streaming i propri video proprio da lì senza utilizzare l’app WD My Cloud.

    Concludo segnalando che nell’app store della mela è presente anche un’altra app della WD (https://itunes.apple.com/it/app/wd-photos/id366905089?mt=8) WD Photos che però ho capito non essere sostanzialmente più supportata e infatti ho notato alcune imperfezioni di visualizzazione nel mio iPhone 6. Questa app, però, risulta molto molto più funzionale dell’app MY CLOUD per iPhone e iPad (https://itunes.apple.com/it/app/wd-my-cloud/id450655672?mt=8). Le foto, infatti, risultano visualizzabili in formato miniatura sufficientemente grande da consentire di capire cosa c’è nella foto e soprattutto si può navigare tra le foto sulla base delle cartelle originali.

    Chiedo scusa se sono stato troppo lungo e forse anche un po confuso nell’esposizione… spero di essere comunque di aiuto a chi è in cerca di informazioni sul My Cloud prima del suo acquisto.

    1. Ciao Gianluca. Innanzitutto grazie per i complimenti e per la tua dettagliata “recensione”.

      Il Mycloud, per quando un ottimo prodotto, ha dei piccoli difetti che hai ben evidenziato nel tuo commento. Per quanto riguarda la gestione delle immagini dall’app per iPhone, io, di solito, clicco su condividi ed apro la foto con Snapseed (non manca mai nel mio smartphone) e da li posso salvarla nel rullino del telefono.

  28. ciao a tutti
    dopo aver utilizzato in ambito lavorativo il MyCloudEx2 (mi sto trovando benissimo)
    ho deciso di acquistare anche un MyCloud da 4tb per i file personali
    ho caricato un pò di film sia in qualità standard che in fhd
    per la qualità standard vanno benissimo in streaming da remoto
    con android è una meraviglia
    ma quando passo alla visione dei fil in fhd diventa impossibile vedere un film
    blocchi continui
    ho una connessione di 50mb in down e 10mb in up
    quindi non credo cher sia colpa della banda, unfatti utilizzo anche un altro programma che mi fa da server con altri hd e i film in fhd si vedono benissimo
    mi potete aiutare

  29. CIao Pietro,
    ho bisongo di un aiuto.
    Ho acquistato un WD My Cloud da 6TB.
    L’ho installato nella mia rete interna, di casa/ufficio dove ho un NAS come backup dei dati. La visualizzo sia dai pc che dalla smart TV (samsung), però ho questo prroblema, se la visualizzo, permetimi il termine, come har disk, posso caricare tutti i file che voglio e vedo tutti i formati perchè vengono letti dai programmic he ho sul pc (mi riferisco ad avi, mkw, ecc..), ma se la visualizzo come macchina di rete sia con i pc che con la TV, mi vede una minima parte dei file, principalmente mkw. Per capirsci, non riesco a visualizzare i film.
    Sai dirmi come posso fare, se è possibile installare una sorta di lettore tipo VLC che ti permette di leggere tutto o co’altro?
    Altra domanda, non ho fatto il percorso per creare il cloud, perchè mi è stato detto che non vengono salvati file superiori al GB, è una sciocchezza, oppure lo posso fare?
    Se si, in che modo posso farlo, puoi darmi un link da poter seguire?

    Ti ringrazio molto per le informazioni.

  30. Buon giorno
    Sto cercando di recuperare i files da un HD di un WD Cloud di un amico.

    Problema riscontrato dal mio amico:
    “Non era più visibile in rete”.

    Ho verificato ed effettivamente non era visibile.
    – Dapprima ho scaricato sul mio PC il programma di gestione della Western Digital per quel tipo di prodotto “Cloud”. Il programma non individuava il prodotto.
    – Ho fatto una scansione della rete per individuare tutti gli indirizzi occupati; WD Cloud non era visibile.
    – Successivamente ho smontato l’Hard Disc e l’ho collegato direttamente ad un PC. Il dubbio era il tipo di formattazione. L’Hard Disc sembra funzionare, ma purtroppo non sono visibili i dati.
    Esiste un programma per il recupero di dati da un HD proveniente da un sistema WD Cloud ?
    Grazie
    Milko

    1. Ciao Milko, prima di smontare l’hard disk hai provato a fare tutte le prove del caso per risolvere il problema di rete? Il WD aveva un ip fisso o dinamico? magari era andato in blocco l’interfaccia di rete…

Lascia un commento