Ritornare a Torino

Torino è una città dai mille volti. La prima volta che ci sono stato, anni fa, mi aspettavo una città “fredda”, non solo dal punto di vista climatico, una città rigida e un po spocchiosa ma comunque molto bella. Dopo esserci stato mi sono dovuto ricredere , Torino è una città che ti sorprende con la sua algida eleganza, con quello stile un po rigido e freddo che è comunque lontano dall’essere spocchioso ma si avvicina di più al senso di raffinatezza.

Questa è, ovviamente, solo una considerazione personale, nata dall’esserci stato per qualche giorno. Per conoscere veramente un posto non basta cosi poco tempo, anzi, a volte non basta una vita, ma la sensazione iniziale, quella che ti rimane in mente e che associ indelebilmente ad un luogo per me rimarrà questa.

Per confermare o screditare questa mia sensazione ho deciso di tornare per qualche giorno a respirare aria sabauda. Con il suo immenso patrimonio artistico (non è assolutamente un esagerazione), e il dinamismo di una grande città che guarda verso l’Europa, Torino offre mille possibilità di svago ed attività culturali:  gioielli architettonici e monumentali, oltre 40 musei, decine di gallerie d’arte, un ottima cucina, eventi di fama internazionale, come il Salone del Libro e quello del Gusto.

Mi sono messo alla ricerca di cosa fare o rifare in città e mi sono segnato un po di cose che non voglio perdermi:

Il Museo nazionale del Cinema
Sorge all’interno della Mole Antonelliana, monumento simbolo di Torino. E’ un luogo particolare ed unico nel suo genere. A tratti distante dal concetto classico di “museo” ospita attrezzature cinematografiche di diversi periodi storici, alcune moderne ed altre “antiche”, cimeli provenienti dai set di numerosi film italiani ed internazionali, un enorme collezione di manifesti cinematografici dell’ultimo secolo (circa 300.000 manifesti) ed una collezione di pellicole ed una biblioteca in costante ampliamento

Ma il Museo nazionale del Cinema di Torino non è solo questo, lo scenografo svizzero François Confino ha creato diversi percorsi di visita per dare vita a una presentazione spettacolare, che investe il visitatore di continui e inattesi stimoli visivi e uditivi. In ogni caso, per appassionati e non, è un viaggio emozionante nella storia del cinema.

Indirizzo: Via Montebello, 20 –  Torino

Tel: +39  011 8138 560 / 561

Sito: www.museocinema.it

Museo_cinema_torino

Il Parco del Valentino
Questo parco si estende sulle rive del Po vicinissimo al centro città. E’ un parco enorme, che si estende per circa 500.000 mq. ma non è comunque il parco più grande della città. Oltre a rappresentare un bellissimo polmone verde per Torino, questo parco deve la sua fama allo splendido Castello del Valentino, che vi sorge all’interno. Inserito dall’Unesco nella lista dei siti storici Patrimonio dell’Umanità, oggi il Castello è la sede della Facoltà di Architettura del Politecnico. All’interno del Parco del Valentino meritano una visita anche il Borgo e la Rocca Medioevale, una riproduzione di un villaggio del ‘400 con tanto di case fortificate, botteghe, viuzze, ponte levatoio e una rocca, costruito per l’Esposizione Internazionale del 1884.

Indirizzo: Corso Massimo D’azeglio –  Torino

Tel: +39 011 4421111

53147_torino_castello_del_valentino_parco_del_valentino

Il Museo GAM
La Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea di Torino fu fondata attorno al 1895. Francamente non ne conoscevo l’esistenza, mi è capitato di leggerne per caso su una rivista e mi ha incuriosito.

Ospita delle collezioni artistiche permanenti dell’Ottocento e del Novecento con oltre 45.000 opere tra dipinti, sculture, installazioni e fotografie a cui si aggiungono una ricca collezione di disegni e incisioni oltre che una delle più importanti collezioni europee di film e video d’artista. Le opere delle collezioni sono esposte secondo 4 percorsi tematici che variano nel tempo. All’interno del GAM è possibile ammirare i lavori di artisti come Fontanesi, Fattori, Pellizza da Volpedo, Morandi, Casorati, De Pisis e tanti tanti altri.

Indirizzo: via Magenta, 31 –  Torino

Tel: +39 011 4429518

Sito: www.gamtorino.it

GAM

La Reggia di Venaria Reale
Dicono che “Chi vede Torino e non Venaria, vede la madre e non la figlia”.  E allora non possiamo perderci una visita in questo bellissimo luogo, un grandioso complesso alle porte di Torino con 80.000 metri quadri di edificio monumentale della Reggia e 50 ettari di giardini. Anche questo sito è stato dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco nel 1997 ed ora è aperto al pubblico che può apprezzare la bellezza e l’eleganza delle sale e degli edifici in stile barocco. 

Indirizzo: piazza della Repubblica 4 – Venaria Reale (TO)

Tel: +39 011 4992333

Sito: www.lavenaria.it

reggia-di-venaria-reale

Lo Juventus Stadium
Chi lo ha detto che uno stadio non dovrebbe rientrare in un itinerario di scoperta di una città? Non sono un tifoso patito di calcio ma “mi gusta” ogni tanto guardarmi qualche bella partita. Quale migliore occasione per visitare il nuovo stadio di Torino e magari godersi una bella partita della Juventus, grande e lontana passione giovanile? (sono orma lontani i tempi in cui non mi perdevo una partita della Vecchia Signora).

Il nuovo Juventus Stadium sorge in parte sulle ceneri del vecchio Stadio delle Alpi. E’ un impianto nuovissimo, ritenuto tra gl’impianti più avanzati a livello mondiale, è stato inaugurato a fine 2011 ed ospita tutte le partite della Juventus in casa.

Ha dato il via ad un nuovo approccio costruttivo e gestionale di un impianto sportivo, è infatti la prima struttura calcistica italiana completamente priva di barriere architettoniche ed il primo impianto al 100% eco-compatibile al mondo. In vista del mio prossimo week end a Torino ho iniziato la caccia al biglietto su Ticketbis.

Indirizzo: Via Druento 153/42 –  Torino

Sito: www.juventus.com/juve/it/stadio-e-museo/stadio

juventus-stadium

Un pensiero su “Ritornare a Torino

Lascia un commento