Singapore, il diamante dell’Asia

Singapore

Singapore è una città-stato situata all’estremità sud della penisola della Malesia.
Se ci fate caso, Singapore ha la forma di un piccolo diamante lungo da nord a sud solo 23Km e largo 42km.
Nonostante le sue dimensioni, Singapore racchiude numerose razze e culture, che la rendono unica in tutti i suoi aspetti.

Singapore in effetti racchiude in pochi kilometri tutte le etnie dell’Oriente.

Nel 1800 Singapore era un rifugio per avventurieri, trafficanti e cercatori di fortune, fino a quando il Sir Thomas Raffles mise regole ferree e fondò quella che oggi è la città di Singapore. Vennero infatti spartiti i quartieri tra le diverse etnie, cinesi, malesi e indiani.
E’ per questo che oggi a Singapore si puo trovare di tutto a pochi km di distanza:
Chinatown, Little India, Kampong Glam e poi per chi ama lo shopping, oltre 150 centri commerciali e strade infinite come la Orchard Road dove si trova uno dei centri commerciali più esagerati del sudest asiatico, e poi il Marina Bay Sands.

Cose da sapere prima di partire:

Documenti necessari: Non occorre nessun visto. Solo il passaporto con residua validità superiore ai 6 mesi.
Fuso orario: 7 ore in più rispetto all’Italia ( in ora legale)
Valuta: Dollaro di Singapore (SGD) : 1€ vale 1.5SGD
Come arrivare in città: Dall’aeroporto di Changi, (premiato quest’anno come Miglior Aeroporto del Mondo) la città è collegata da uno shuttle.
Il biglietto costa circa 6 euro e si può acquistare al Ground Transport Desk nella hall degli arrivi.
Clima: Sempre tropicale, caldo umido con pioggie gionaliere. A Singapore si susseguono 2 stagioni: una calda e soleggiata e una calda e piovosa (da ottobre a gennaio).
Si oscilla tra i 24° di minima e i 34°.

Lascia un commento