10 consigli per un viaggio a Las Vegas

Sono passati un po di anni ma ricordo ancora benissimo la prima volta che sono arrivato a Las Vegas.

Era una caldissima (credetemi, non è un eufemismo) notte d’estate. Arrivavo in auto da Los Angeles e la prima visione che ho avuto della città è stata sconvolgente. Nel cuore della notte, dopo km e km di buio nel deserto del Nevada, la città si presenta come una palla infuocata, un agglomerato scintillante di luci di ogni colore offuscate solo dalla sabbia del deserto.

Probabilmente se ci fossi arrivato di giorno non mi avrebbe fatto lo stesso effetto, anzi ne sono sicuro. Las Vegas vive di notte, e proprio di notte da il meglio di se, tra luci, fontane, spettacoli ed un fiume continuo di gente che si sposta da un casinò all’altro.

Las Vegas ha una storia relativamente recente e deve la sua fortuna, ed anche la sua fama, proprio alla presenza del gioco d’azzardo legalizzato e di numerosi locali per adulti. Proprio per questi motivi la città si è guadagnata il nome di “Sin City” (“Città del peccato”).

Se dovessi descrivere la città con un solo aggettivo penso che userei la parola “esagerata”, un trionfo di luci al neon, colori e suoni che in alcuni casi sfocia nel kitsch.

Molti mi chiedono cosa ci sia da vedere in città, oltre alle luci e agli spettacoli. Ecco allora 10 consigli pratici su cosa vedere a Las Vegas nel caso decidiate di passare a fare un giro nel Nevada.

[prkwp_styled_title prk_in=”1. The Strip” align=”Left” title_size=”Large” use_italic=”No” samba_show_line=”Yes”]

La Strip è la strada più famosa di Las Vegas. Il suo vero nome è in realtà “Las Vegas Boulevard South” ma da tutti è identificata come The Strip. Deve la sua fama alla grande concentrazione di hotel e casinò che si susseguono lungo i suoi 7 km.

19 tra i 25 hotel più grandi al mondo ed un totale di 65.000 camere ne fanno la zona più cool ma anche più turistica della città. Qui la notte ed il giorno sono ribaltati ed al calar della sera, con l’accensione delle luci, vedrete un fiume di gente che si riversa per le strade alla ricerca del divertimento e dell’esagerazione.

the-strip-vegas

[prkwp_styled_title prk_in=”2. The Caesars Palace” align=”Left” title_size=”Large” use_italic=”No” samba_show_line=”Yes”]

Passeggiando lungo la Strip, è impossibile non notare il Caesars Palace, una vera e propria icona di Las Vegas. All’interno delle 3.349 stanze e degli spazi comuni regnano lo sfarzo ed il lusso estremo.

L’hotel/casinò è costruito con uno stile che richiama visibilmente l’Impero Romano, in particolar modo il periodo dei Cesari. E’ sicuramente l’hotel più famoso di Las Vegas ed anche uno dei primi ad essere costruito: nel corso degli anni ha ospitato tantissimi concerti, incontri sportivi ed è stato set di numerosi film, uno su tutti: “Rain Man”.

caesars-palace-las-vegas

[prkwp_styled_title prk_in=”3. Fremont Street” align=”Left” title_size=”Large” use_italic=”No” samba_show_line=”Yes”]

Forse non avrete sentito parlare spesso di Fremont Street ma sono sicuro che l’avrete vista decine e decine di volte in qualche film…
Se la Strip è la strada più ricca della città, Fremont Street è sicuramente quella più iconica. Guardate l’immagine del cow-boy qui sotto e ditemi se non l’avete già vista.

In questa strada, dove si dice sia sempre giorno, è nata Las Vegas. Qui sono sorti i primi casinò negli anni 50 (l’Eldorado Club, il Golden Nugget e il Pioneer Club) ed oggi è stata trasformata in un’enorme area pedonale coperta dove le origini di Las Vegas sposano la tecnologia più moderna.

Neon e luci su Fremont Street

[prkwp_styled_title prk_in=”4. Stratosphere Tower” align=”Left” title_size=”Large” use_italic=”No” samba_show_line=”Yes”]

La Stratosphere Tower, con i suoi 350 metri di altezza, è la più alta torre panoramica di tutti gli Stati Uniti. Dall’alto della piattaforma di osservazione offre una visione unica della città di Las Vegas.

In realtà non si tratta solo di una torre panoramica, la Stratosphere Tower è dotata infatti di 2.444 stanze d’albergo ed il casino occupa una superficie pari a circa 7.000 metri quadri.

Stratosphere Tower Las Vegas

[prkwp_styled_title prk_in=”5. Visita uno dei migliori casino” align=”Left” title_size=”Large” use_italic=”No” samba_show_line=”Yes”]

Las Vegas è il paradiso del gioco d’azzardo. C’è chi la visita per curiosità, c’è chi ci passa e scappa via spaventato dal fiume di vita che la attraversa, ma la maggior parte della gente che viene in città lo fa per provare l’ebrezza di una puntata in un casinò.

E’ impossibile non restare affascinati dalle luci e dalle dimensioni di queste strutture. Nella maggior parte sono ricostruzioni finte ma fedelissime di alcuni luoghi famosi al mondo Parigi, Bellagio, New York, Venezia..).
Sono il regno dell’esagerazione, dello sfarzo e per alcuni possono sembrare un “americanata” ma proprio per questo vanno visti. Girovagando in rete ho trovato questa guida dei casinò più cool di Las Vegas, dateci un occhiata e rimarrete sbalorditi.

Las-Vegas-Casino

[prkwp_styled_title prk_in=”6. Le fontane del Bellagio” align=”Left” title_size=”Large” use_italic=”No” samba_show_line=”Yes”]

Il Bellagio è uno degli hotel/casinò più lussuosi di tutta Las Vegas. La struttura si ispira e copia lo stile delle case e del paesaggio presenti sul Lago di Como.

L’attrazione principale dell’Hotel è sicuramente rappresentata dalle famose fontane che mettono in scena, ogni 30 minuti nel pomeriggio ed ogni 15 minuti dopo il tramonto, uno spettacolo (gratuito) unico al mondo: una serie di getti d’acqua si muovono ed esplodono a ritmo di musica, formando spettacolari coreografie e riuscendo a creare quasi delle “sculture d’acqua” alte fino a 76 metri che restano sospese nel vuoto per alcuni secondi.

Recentemente sono state nominate una delle dieci bellezze presenti negli Stati Uniti.

Bellagio

[prkwp_styled_title prk_in=”7. Bryce Canyon” align=”Left” title_size=”Large” use_italic=”No” samba_show_line=”Yes”]

Quando vi sarete stancati di Las Vegas ed avrete voglia di vedere qualcosa di diverso è giunta l’ora di prendere l’auto e dirigersi verso un posto meraviglioso, il Bryce Canyon.

A circa 4 ore di auto a nord est di Las Vegas, nello stato dello Utah, sorge questo bellissimo (e non troppo grande) parco nazionale, istituito nel 1928.

La particolarità di questo posto sono i caratteristici pinnacoli, detti hoodoos, creati dall’erosione delle rocce, dovuta all’azione di acque, vento e ghiaccio. Le rocce hanno un’intensa colorazione che varia dal rosso, all’arancio al bianco.

bryce-canyon

[prkwp_styled_title prk_in=”8. Grand Canyon” align=”Left” title_size=”Large” use_italic=”No” samba_show_line=”Yes”]

Il Grand Canyon non ha bisogno di presentazioni. E’ un posto unico al mondo, un luogo che andrebbe visto almeno una volta nella vita.

Qui vale lo stesso discorso fatto per il Bryce. Se siete stati di girovagare per casinò, questo luogo, a sole 2 ore di auto da Las Vegas vale sicuramente una visita.

Il fiume Colorado ha scavato questo gola che attraversa Arizona settentrionale in milioni di anni portando alla luce una stratificazione mineraria unica al mondo.

Il Parco nazionale del Grand Canyon, istituito nel 1919, può essere visitato in auto, in bici, a cavallo, a piedi o in elicottero.
L’ultimo mezzo è il migliore ma anche quello più costoso. In auto si ha accesso a dei punti di osservazione spettacolari ma se volete immergervi nella gola del Canyon dovrete farlo a piedi o a cavallo stando attenti alle temperature altissime che si raggiungono durante il giorno nel periodo estivo.

graaandcanyon

[prkwp_styled_title prk_in=”9. Titanic: The Artifact Exhibition” align=”Left” title_size=”Large” use_italic=”No” samba_show_line=”Yes”]

All’interno dell’hotel Luxor ha sede un museo speciale. Si chiama “Titanic: The Artifact Exhibition” ed è una raccolta di oggetti recuperati dal relitto del Titanic, il transatlantico affondato nell’oceano Atlantico il 15 Aprile 1912.

All’ingresso viene consegnata una carta d’imbarco finta con il nome di una persona che è realmente salita sul Titanic. Gli oggetti esposti sono fedeli riproduzioni di vari ambienti della nave: la terza classe, la lussuosissima prima classe, il ponte esterno della nave e la scalinata resa celebre dal film di James Cameroon.

L’ingresso alla mostra si trova all’interno della grossa piramide del Luxor, al secondo piano.

Titanic: The Artifact Exhibition

[prkwp_styled_title prk_in=”10. Sposarsi a Las Vegas” align=”Left” title_size=”Large” use_italic=”No” samba_show_line=”Yes”]

Come nel più classico dei film americani non potevo non citare, tra le 10 cose da fare a Las Vegas, proprio sposarsi. La legge dello stato del Nevada prevede infatti la possibilità di sposarsi in maniera veloce senza la necessità di preparare molti documenti.

Basta recarsi presso il municipio (il Marriage licence bureau nella County Court House) e farsi fare la licenza matrimoniale che si ottiene compilando allo sportello un modulo sotto forma di autodichiarazione. Dopo aver fatto ciò, ci si reca in una chiesa e si procede con la cerimonia (pensate che le cappelle sono aperte 24 ore su 24). Attenti perchè il matrimonio, una volta trascritto è valido anche in Italia.

las-vegas-wedding

Photo Credits: disfrutalasvegas.com, volareweekend.com, Robert Landau/CORBIS, hotels.com, mygdm.com, backroads.com, javeltravel.com, dallasnewsblogs.com, piratinvolo.com

Lascia un commento