Carnevale di Fano 2016

Carnevale Fano 2016

Carnevale di Fano 2016
La celebrazione del Carnevale ha origini molto antiche ed è sempre stata la festa dello scioglimento dagli obblighi sociali e dalle gerarchie, del capovolgimento dell’ordine imposto dalla società, a tutto vantaggio dell’allegria e del divertimento.

Tra le decine di festeggiamenti sparsi per tutta Italia, il Carnevale di Fano merita sicuramente un posto di primaria importanza.

Il Carnevale di Fano è il più antico d’Italia e ci sono documenti che testimoniano che la prima edizione sia stata celebrata addirittura nel 1347. Da allora il Carnevale di Fano è in crescendo, tanto che nel 1871 si è deciso di creare un comitato incaricato dell’organizzazione dell’evento che ancora oggi, dopo tanti anni, coinvolge e appassiona migliaia di persone.

Questa edizione del Carnevale di Fano 2016 è rappresentata graficamente da una dama rovesciata, con la gonna piena di caramelle e cioccolatini, simbolo dell’abbondanza del getto, identità principe del Carnevale di Fano. La piccola dama è sospesa in uno spazio irreale che evoca le figure dei manichini dei dipinti di De Chirico.

La festa del Carnevale è ormai entrata nel vivo e domenica 7 febbraio raggiungerà il culmine dei festeggiamenti con l’ultima giornata di festa.

Come ogni anno, il corteo pomeridiano, dopo i classici 3 botti, percorre viale Gramsci per 3 volte:
il primo giro è di presentazione dei carri, nel secondo giro avviene il famoso getto (pensate che nelle 3 domeniche di carnevale vengono lanciati dai carri 240 quintali di dolci) mentre il terzo è il giro della luminaria (avviene al calar del sole).

carnevale-fano-2016

Il corteo con i carri viene aperto dagli sbandieratori della Pandolfaccia che precedono il Pupo, un omaggio che coniuga il mascheramento tipico del Carnevale alla storia della città, citando la manifestazione estiva, Fano dei Cesari.

Il carro del Pupo viene poi seguito dal carro Nel paese delle meraviglie, un’ allegoria in cui l’Italia è rappresentata come un bellissimo giardino, un mondo fantastico con al centro del carro uno strano neonato con le sembianze di Renzi.

Il carro successivo è La Forza delle Maschere, che rappresenta una dichiarazione d’amore al Carnevale con l’auspicio che la “maschera” abbia sempre la meglio su tutto e tutti.

Seguono il carro Habemus Carnevalem con riferimenti ecclesiastici e satirici ed il carro Spirito… di Carnevale  che mostra un Italia in rovina, con i suoi splendidi monumenti consumati dal tempo e dall’incuria. Solo la forza del Carnevale li farà rivivere e cancellerà i cattivi pensieri.

La parata viene chiusa dal carro della Musica Arabita.

I carri principali sono poi seguiti da altri carri di secondo categoria (più piccoli ma non per questo meno belli): “Carnival Street Band“, “Te dag el brudet” e “Spiriti… Allegri

Al Carnevale ci sarà spazio anche per la cultura, con un bellissimo contest fotografico “Riti, costumi e immaginario“, rivolto a professionisti ed amanti della fotografia, con lo scopo di raccontare il ruolo sociale (e non solo ludico) del Carnevale. Il presidente di giuria sarà il maestro internazionale di fotografia Gianni Berengo Gardin.

Ecco qualche mio scatto del Carnevale di Fano

Carnevale Fano 2016 Carnevale_Fano_2016_1743 Carnevale_Fano_2016_1756 Carnevale_Fano_2016_1902 Carnevale_Fano_2016_1939 Carnevale_Fano_2016_1984 Carnevale_Fano_2016_2019 Carnevale_Fano_2016_2043 Carnevale_Fano_2016_2064 Carnevale_Fano_2016_2065 Carnevale_Fano_2016_2070 Carnevale_Fano_2016_2097 Carnevale_Fano_2016_2118 Carnevale_Fano_2016_2126 Carnevale_Fano_2016_2134 Carnevale_Fano_2016_2141 Carnevale_Fano_2016_2156 Carnevale_Fano_2016_2191

Lascia un commento